Siamo amici della Fiom e abbiamo costituito un’associazione perché abbiamo a cuore la democrazia, e la Fiom, erede naturale delle società di mutuo soccorso, ne è uno dei motori fin dagli albori del secolo scorso. Non c’è democrazia senza il ruolo centrale del mondo del lavoro, la sua partecipazione, la sua dignità, i suoi diritti.

Conquiste costate lacrime e sangue, passione, conflitti, in un processo che non si può interrompere perché le conquiste vanno difese quotidianamente ed estese a chi ne è ancora privo. In quasi 120 anni di vita la Fiom ha difeso e rappresentato i lavoratori lungo un cammino faticoso e appassionante, riuscendo a diventare punto di riferimento per chiunque si batta per eliminare le diseguaglianze, nella convinzione che un altro mondo è possibile. La solidarietà è la radice delle relazioni umane e la Fiom nasce da un patto di mutualità tra donne e uomini accomunati dalle stesse condizioni e dagli stessi valori. In tutti i passaggi importanti della nostra storia la Fiom ha svolto un ruolo insostituibile e ancora oggi può rappresentare la domanda di cambiamento ed essere il catalizzatore di una nuova coalizione sociale. Oggi il lavoro, cancellato dalle agende politiche, è frantumato e la solidarietà tra le persone rischia di essere travolta dagli egoismi. E’ indispensabile un impegno collettivo per riaffermare l’idea che il nemico non è chi sta un po’ peggio di noi ma chi ci sfrutta, acuisce le ingiustizie, ingenera paure e rancori.

Il nostro obiettivo come “Amici della Fiom” è sostenere le sue battaglie con iniziative, impegno culturale e, infine, con un contributo materiale attraverso la donazione del 5x1000.

Sostieni Amici della Fiom con il tuo 5 x 1000

Per aderire, basta mettere la propria firma e il numero del Codice Fiscale 97881680587 dell'Associazione "Amici della Fiom" nell’apposito spazio che si trova nei modelli 730, Unico e Cud della dichiarazione dei redditi, riservato al “sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett. a), del D.Lgs. n. 460 del 1997”.

Attachments:
FileFile size
Download this file (19_06_03-volantino-adf.pdf)Volantino1802 kB

Sindacato significa “insieme con giustizia”. Parole che ne indicano il senso e lo scopo, ancor oggi – a oltre cento anni dalla nascita dei primi sindacati moderni – e per il futuro.

Un breve ma intenso racconto autobiografico di Gino Mazzone, operaio prima e dirigente nazionale poi del sindacato dei metalmeccanici della Cgil. Un racconto in cui Gino ripercorre i momenti più significativi della sua "vita con la Fiom".

Attachments:
FileFile size
Download this file (una_vita_con_la_fiom-mazzone.pdf)Una vita con la Fiom1340 kB

Devo dire subito che, diversamente da Gianni Rinaldini, io farò un breve intervento di tipo esclusivamente personale, anche perché penso che gli avvenimenti politici e sociali a cui ho partecipato partono da così lontano che sarebbe difficile fare qualsiasi sintesi o qualsiasi valutazione che avesse un minimo di criterio e di oggettività.

Attachments:
FileFile size
Download this file (2002-05_13-claudio-sabattini.pdf)Comitato Centrale Fiom-Cgil 13/14 maggio 2002155 kB

Ci accomuna l’aver partecipato, con un nostro contributo di appassionata militanza, a fasi diverse e importanti della storia della FIOM: ognuno di noi a vari livelli, in diversi momenti, anche con diverse posizioni e opinioni.

«L'attacco ai diritti dei lavoratori per alcuni aspetti è più grave che negli anni Cinquanta, quando almeno le salette sindacali e le bacheche riuscimmo a difenderle»«Si ritorna a prima degli scioperi del '44»